giovedì, giugno 15, 2006

Referendum Costituzione

Il Club Riformatori Liberali Cagliari esprime i suoi migliori auguri al rieletto sindaco Emilio Floris, che ha vinto con ben 14 punti di distacco dal suo rivale, GianMario Selis, dell'Unione, ed autore delle trsistemente famose "pensioni d'oro".

Eravamo pressochè certi della sua vittoria, ma non immaginavamo che fosse così netta. Temevamo addirittura il ballottaggio. Ma i cagliaritani hanno dimostrato di essere cittadini politicamente maturi ed hanno rieletto colui che ha continuato a rendere la città una delle migliori in Italia quanto ad attrazione turistica e vivibilità.

Ora il Club Riformatori Liberali Cagliari intende aggregarsi agli altri partiti del centro-destra cittadino per portare avanti la campagna a favore del SI al Referendum sulla modifica della Costituzione.

10 Comments:

Anonymous Anonimo said...

francamente sono alquanto dubbioso circa il fatto stesso di andare a votare. La riforma della cdl mi appare quale un insieme di ombre e luci nel quale mi riesce difficile districarmi. Se da un lato la riforma del parlamento, della consulta e del CSM , sono dal mio punto di vista assolutamente condivisibili, trovo molto raffazzonata (lo dico da presidenzialista)la proposta di un premierato forte sul modello westminster ,applicato ad un contesto repubblicano quale il nostro. Per non parlare poi del federalismo, certamente apprezzabile su di un piano teorico, ma semplicemente angosciante se penso all'eventualità che sanità e sicurezza potessero essere affidati alla regione sardegna e ai suoi insulsi rappresentanti di destra e di sinistra.

9:42 AM  
Blogger M.Floris said...

anonimo ti dispiace firmarti :-) ?

anche io sono convinto che questa "devolution" abbia mille punti oscuri; è, secondo me, una riformetta, per quanto riguarda il federalismo vero e proprio, che continua a non esserci. Checchè dicano i sinistri con i loro anatemi ("l'Italia sarà spaccata") o slogan al limite del ridicolo ("la Costituzione non si tocca"), la Costituzione italiana Va toccata e modificata, ci ha gia provato (con pessimi risultati) il centrosinistra con il Titolo V nel 2001, e ora tocca a questa "Devolution"; la modifica della seconda parte della Costituzione fa si che :
- ci saranno 275 parlamentari in meno (anche se purtroppo solo dal 2016)
- ci sarà un possibile svecchiamento della classe politica (grazie all'abbassamento dei limiti d'età per le varie cariche)
- finirà il bicameralismo perfetto, leggi ed iter piu veloci.
- I poteri del Presidente della Repubblica diminuiranno sensibilmente (io sarei per l'abolizione della Presidenza della Repubblica, figurati)
- Il premier verrà eletto direttamente dal popolo e potrà dimissionare i ministri incapaci.

Mi basta questo per andare a votare si con convinzione.

11:45 AM  
Blogger Mauriziosat said...

senza considerare che sarebbe una buona base di partenza per future modifice .

Un NO metterebbe fine al processo.

Avrei preferito , invece che una riforma così complessa una avanzata per piccoli passi ma si sarebbe persa l'organicita' del provvedimento .

Anche i tempi di attuazzione mi sembrano troppo dilatati .
Ma certamente tra questa riforma e l'articolo 5 della sinistra ..........nessun dubbio ......un bel SI

ps: VORREI CERCARE DI USCIRE DAL VIRTUALE DEL MIO BLOG

i RIFORMATORI LIBERALI sono quanto di piu' vicino ai miei ideali politici .

Come posso diventare parte attiva visto che sono anche io dei dintorni di cagliari?

1:39 PM  
Blogger stefania said...

Maurizio, contattami via email e ti spiego tutto:

stefania07@hotmail.com

ciao

2:24 PM  
Blogger M.Floris said...

Ciao Maurizio! ti lascio anche io la mia mail, scrivimi, rinamocci@tiscali.it

2:31 PM  
Anonymous Nicola R said...

Ciao Maurizio, ti ritrovo anche qui ;-)
Mi fa piacere. Quando nel mio blog ti ho detto "magari ci si incontra" intendevo questo. Ti aspettiamo a Cagliari per conoscerti di persona. A presto
Nicola R - Liberalista

7:56 PM  
Blogger Mauriziosat said...

grazie mille

ho contattato stefania , non per cavalleria ma solo perchè ha risposto per prima .

a presto ed auguri all'Italia per il referendum.

12:36 AM  
Blogger M.Floris said...

io andrò stasera a votare! incrociamo le dita, anche se sarà dura.

2:07 PM  
Blogger stefania said...

Maurizio. Non mi è arrivata nessuna email tua.

4:05 PM  
Blogger Mauriziosat said...

strano, probabile una qualche debacle del sistema vista la tristezza per l'esito del referendum.

ho mandato un'altra mail con il mio indirizzo personale invece che con quello del blog. Ho scritto anche a M.Floris

6:31 PM  

Posta un commento

<< Home