domenica, aprile 23, 2006

Scuola: Riformatori Liberali, no al monopolio, sì al buono scuola

Il monopolio pubblico e le “mance” per i privati sono due facce della stessa medaglia: sono distorsioni indissolubilmente intrecciate e dipendenti dall’orientamento “antimercato” delle politiche pubbliche.
La bancarotta sociale, finanziaria e culturale della scuola pubblica non dipende da una qualche forma di “privatizzazione” strisciante (la quota di mercato “privato” nel sistema dell’istruzione, se si escludono le scuole per l’infanzia, è intorno al 5%: praticamente nulla). Al contrario, dipende dallo sclerotismo monopolistico di una scuola statale fatta a misura degli insegnanti, più che degli studenti, in cui le remunerazioni dei docenti e il finanziamento degli istituti è una variabile indipendente (per usare il linguaggio sindacalese) dalla qualità dell’istruzione fornita.
La scuola italiana è fra le più costose del mondo- solo in Svizzera e Stati Uniti la spesa per studente è più alta della nostra. I risultati degli studenti italiani sono fra i peggiori d’Europa. I peggiori dopo Grecia e Portogallo. Gli insegnanti in Italia sono una marea: il rapporto fra insegnanti e studenti è quasi il doppio di quello francese, tedesco e inglese nella scuola primaria, del 50% superiore in quella secondaria inferiore, di circa il 20% nella secondaria superiore.
All’inizio degli anni 90 i radicali iniziarono a proporre una alternativa di sistema che, con i buoni scuola e i buoni sanità, assegnasse direttamente ai cittadini e alle famiglie il potere di spesa derivante dalla contribuzione obbligatoria e introducesse, per questa via, positivi elementi di concorrenza, creando, anche in questi servizi pubblici, un mercato che oggi, a tutta evidenza, non c’è. Si alzò, da sinistra, un fuoco di sbarramento demagogico contro il “massacro sociale” annunciato. Ma da quelle proposte occorre ripartire. Da lì è ripartito, ad esempio, Blair. Di lì occorre ripartire anche in Italia, lasciandosi alle spalle le macerie del modello di scuola DC-PCI.

3 Comments:

Blogger Jinzo said...

Ne stiamo parlando anche sul forum di NeoLib.
ciao!!

8:20 AM  
Blogger M.Floris said...

ciao jinzo ! grazie , ora ci fo un salto !

12:00 PM  
Anonymous Anonimo said...

Latest news. Viagra, cialis

[url=http://viagra.rxworlddata.info]viagra[/url]
[url=http://cialis.rxtvinfo.info]cialis[/url]
[url=http://tramadol.rxplusinfo.info]tramadol[/url]

1:40 PM  

Posta un commento

<< Home